Punto Quantico nasce per progettare materiali innovativi basati su nanostrutture che conferiscono ai polimeri particolari proprietà fisico-chimiche e per trasferire conoscenze ed esperienze nel campo dei nuovi materiali e delle nuove tecnologie.

Punto quantico rappresenta il punto di contatto tra la ricerca scientifica e il suo utilizzo industriale e trasferisce l’innovazione tecnologica verso soggetti industriali, enti di ricerca ad agenzie pubbliche, rafforzando inoltre il collegamento fra ricerca, design e comunicazione e tessuto produttivo

La società è titolare del brevetto dal titolo “Dispersion of nanoscopic solid phases of noble metals, metalloids or metal sulphides in polymers” e di un forte del know-how tecnico scientifico sviluppato in molti anni di ricerca. Al fine di valorizzare alcune delle ricerche condotte dai soci ha avviato un’attività industriale che è rivolta alla realizzazione di dispersioni di nanocariche con proprietà specifiche.

L’attività di Punto Quantico riguarda tanto la preparazione dei materiali, che la loro caratterizzazione morfologico-strutturale e l’ingegnerizzazione dei materiali ottenuti, vale a dire la realizzazione con essi di dispositivi attivi o passivi e lo studio sistematico delle loro prestazioni in esercizio (misure ottiche, elettriche, magnetiche, termoelettriche, ecc.)

L'attività è affiancata da un reparto di Ricerca, Sviluppo e trasferimento di innovazione tecnologica che a fianco dei propri clienti e realtà industriali sviluppa tecnologie nei diversi settori di interesse.

Dal punto di vista della comunicazione visiva e del design, Punto Quantico si orienta verso progetti ergonomici che oltre ad essere efficaci ed efficienti, soddisfino le relazioni con gli utenti e siano in grado di generare interazioni con gli stimoli sensoriali, sollecitando gli stessi comportamenti dell’uomo e le forme d’uso degli oggetti e/o delle interfacce.

dotto